8 aprile 2015

Certe notti qui. Storia di co-sleeping non cercati.


Lei e il sonno profondo sono ancora due sconosciuti.
Quando era piccola piccola piccola, piangeva disperata fino a mezzanotte e poi sveniva fino alle sei, di giorno non dormiva mai più di mezz'ora e spesso solo dopo un bel pianto.
Poi ha cominciato a piangere meno. E a dormire meno. Di giorno sempre sonnellini brevi, trenta minuti esatti, neanche avessi partorito un orologio svizzero, di notte invece voleva me. Ogni due ore. Ogni tre. Ogni mezz'ora. Non una notte uguale all'altra, ma di certo tutte notti in bianco. Tetta, ancora tetta e poi tetta. E io mi addormentavo con Lei appesa, lì accanto a me, mi svegliavo tutta incastrata e storta mezz'ora dopo, la trasferivo nella sua culletta e poi ricominciavamo da capo dopo massimo un'ora.
Poi un giorno ho detto basta.
Ho sfoderato l'arma biberon, chissà, magari con la pancia stra piena dorme. Ma appena ho provato a darglielo, sputacchiando, mi ha guardata come per dire ma che c...o fai???!!!
Poi sono diventata inflessibile. E così per un pò di notti ha pianto. In braccio ma niente tetta. Solo ciuccio. E poi ha deciso di dormire per tre notti dalle nove alle sei. E io ero come sicura di avercela fatta.
Beate illusioni.

Adesso siamo nel pieno della fase co-sleeping, della serie la mamma si è arresa. Lei dorme dalle nove alle undici nel suo lettino, poi comincia a svegliarsi, mugugnare, frignottare, perde il ciuccio, si gira, si rigira, riperde il ciuccio, si contorce, si rigira ancora e poi finisce nel mio letto. Di fianco a me. E lì continua a rigirarsi, perdere il ciuccio eccetera ma non frignotta quasi più. Verso le quattro o le cinque o le sei si fa anche una ciucciatina ma nessuno prova più a spostarla.
E così dormiamo, appiccicate. Strette. Vicine.
La mattina si sveglia parlottando, o tirandomi i capelli, o baciandomi tutta la faccia. E mi sorride a bocca splancata.
Io però sono del partito nel mio letto ci deve stare solo Lui, quello con cui faccio sesso, quello che mi abbraccia, quello con cui la piccola sono io.
Ho come la sensazione di aver ceduto e che sarà dura uscirne. Sarà il mondo intorno, la suocera, il web e tutti i loro racconti di figli adolescenti ancora nel lettone, ma ho come la sensazione che me ne pentirò. Un pò come con un'amante. Te lo godi un sacco ma sai anche che non va bene. E continui, non riesci a smettere. Sai anche che alla lunga potrebbe diventare un problema.
Preferirei che il mio letto matrimoniale rimanesse tale in poche parole, senza lotte future.
Così però dormo di più, anche se rilegata in un angolino, il risveglio è meraviglioso e Lei me la sto proprio gustando. In pieno. E' più facile, per me, per Lei.
Chissà, magari è l'ennesima fase, magari ho imboccato una strada senza ritorno, magari se finisse domani mi mancherebbe da morire.
Chissà.
Per ora sono diventata una mamma co-sleeping per resa.
E così dormiamo, mescolando i nostri respiri.

26 commenti:

  1. io ero del tuo stesso partito: nel mio letto solo Lui. Poi è arrivato quest'altro piccolo, che dorme sereno solo appiccicato a me, e pure la culla attaccata al letto a volte non basta. E così dormiamo abbracciati con lui a 4 di spade sopra di me. Sarà dura, ma ce la faremo... vero???

    RispondiElimina
  2. Credo che forse dovresti essere un pò più indulgente con te stessa. Beh, si insomma, è la frottola che mi racconto anche io. Dico che prima o poi imparerà a dormire tutta la notte da solo senza chiamarmi e che è solo una questione di tempo. Immagino che sia così. Voglio creder che sia così. Ma credimi, non ti sei arresa solo tu. Siamo in molte ad aver alzato bandiera bianca!
    Un bacio
    Raffaella

    RispondiElimina
  3. senti, se dormi di piu, e ti godi tua figlia e lei piange meno... non esistono adolescenti nel lettone, prima o poi se ne andrà, nel frattempo ti rimangono un pochino di energie per il sesso, sul divano, certo, ma sempre meglio di niente!
    anna

    RispondiElimina
  4. Tutte sulla stessa barca... Non vorrei scoraggiarti, ma dal co-sleeping non se ne esce facilmente. Ma è l'unica soluzione per dormire di più... Di sicuro c'è che prima o poi non vorranno più dormire con noi...

    RispondiElimina
  5. anche a me con ladymaryu sta succedendo uguale.... perun periodo credevodi esserci riuscita a fatrla dormire tuta lanotte ..... ma dopo 10 giorni in cui lei dormiva e gliatlri avevano la febbre (quindi io no ho dorito los tesso..), l'idillio è finito e si sveglia ancora due tre volte a notte ...si rigira vuole o perde il ciuccio e ognitanto si attacca alla tetta!!!!!!!!
    co-sleeping per necessità... e sopravvivenza direi...
    mi piceva l'idea delco-sleeping quadno però dopo aver mangiatoandava nelsuio di lettino...

    ho voglia di dormireeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee

    veronica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sì che beate illusioni! anch'ioooooooooooooooooooooooo!!!!!

      Elimina
  6. Anch'io pensavo che nel lettone dovevamo dormirci soltanto io e lui...così è stato con le prime due figlie, perchè io con loro nel letto proprio non riuscivo a dormire perciò tante coccole ma ognuno nel suo letto! Poi è arrivata la terza fanciulla e tutto è cambiato...ogni regola sovvertita e rivoluzionata...allattamento a richiesta, finalmente, ci tenevo moltissimo di riuscire ad allattarla in maniera consistente e così è stato, anzi così è...la mia topolina ora ha quasi due anni e mezzo, ciuccia ancora un po', dorme nel suo lettino a volte tutta la notte (ed è fantastico!) a volte sino ad una certa ora (le 3, le 4?), comunque non c'è mai una regola, nè una notte uguale all'altra...capisco bene il tuo essere stravolta ed anche la tua gioia nel godertela così vicina...l'unica cosa che posso dirti è che con i figli non esiste una formula uguale per tutti, si può imparare dai propri sbagli ed aggiustare il tiro ma non si sbaglierà mai nell'amarli e renderli felici!!! Comunque comprendo...eccome se comprendo...sto attendendo il momento in cui tornerò alla vita "normale"!!! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. comunque questa terza fanciulla è davvero fortunata ;)

      Elimina
  7. "..nel mio letto ci deve stare solo Lui, quello con cui faccio sesso, quello che mi abbraccia, quello con cui la piccola sono io". Bella questa frase, cercherò di ricordarmela quando sarà il mio turno! (terrore...) tanti bacini equi e solidali

    RispondiElimina
    Risposte
    1. tutto spostato a Luglio! ;-) mi concedono qualche altro mese di pace!

      Elimina
    2. Luglio porta bene, pietro e' frutto di un luglio vissuto intensamente 😉

      Elimina
  8. Ho fatto come te. Da quando aveva 9 mesi è passato direttamente nel lettone. Si addormenta senza tetta (ho smesso un mese fa, lui ne ha 13 di mesi), accarezzandomi i capelli, a volte dorme tutta la notte (rare) altre si sveglia un paio di volte, mi abbraccia e si riaddormenta. E a me piace svegliarmi con lui...mi ripeto che dovrei metterlo nel suo lettino....ma poi averlo lì accanto...mi piace. Ci piace tanto. E al resto del mondo sai cosa dico? Chissenefrega

    RispondiElimina
  9. Passerà passerà... Io sono stata molto severa con Vittoria, ma ti capisco perfettamente!
    La tua topolina mi piace tantissimo!!!

    RispondiElimina
  10. Non c'è una cosa giusta è una sbagliata. Adesso per voi è giusto così, quindi pace e goditi questa fase. Tanto le cose cambiano sempre, magari tra qualche mese cambierà / cambierete di nuovo!!! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. infatti, data la sua tendenza al cambiamento continuo mi sa che sarà proprio così...

      Elimina
  11. uhhhh che sensazione di déjà vu :-)....vorrei saperti dire le parole giuste, quelle che avrebbero aiutato anche me quando ero nella stessa situazione, senza giudizi o luoghi comuni, senza spocchia nè lagne....
    Ci è voluto tempo e pazienza, secondo la mia eseprienza il primo passo lo hai già fatto: è fondamentale riposare a sufficienza per raccogliere le forze e perseguire senza isterismi il proprio obiettivo, ce la farai riposata e di buon umore.
    Conni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. riposata e di buon umore credo che potrei quasi conquistare il mondo ;)

      Elimina
  12. Sull'argomento sonno, o meglio sulla sua mancanza, so praticamente tutto. 5 anni più o meno di notti a metà ti formano e il coslepping, seppure all'inizio mi piaceva, è stata una necessità di sopravvivenza, perché la mancanza di sonno può essere devastante e qualsiasi arma che la combatta, va bene. Se può aiutarti ti dico che se ne esce, a noi è successo spontaneamente e ora dorme tutta la notte nella sua cullina ... ovviamente non sempre!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ecco, il tuo commento è quello che volevo sentirmi dire! ;)

      Elimina